La Valle dei Platani di Antillo

A circa 3 Km dal centro abitato, solcata dalle acque del Torrente Antillo, la Valle dei Platani custodisce, come uno scrigno prezioso, una ricca varietà di vegetazione riparia e di specie animali.

Non molto distante dall’alveo del torrente si trovano il muschio che vegeta sulle rocce umide e sulla corteccia degli alberi, specie erbacee come la capelvenere e la felce, specie arbustive e arboree igrofile come l’oleandro, il salice, il pioppo nero e, naturalmente, il platano orientale. La vegetazione riparia svolge un ruolo ecologico insostituibile: stabilizza le rive, regola la tracimazione dell'acqua dall’alveo del torrente, fornisce materia organica agli organismi acquatici, protegge le rive da una eccessiva illuminazione e fornisce numerosi ripari per la nidificazione di molte specie di uccelli.
Altrettanto varia è la fauna che popola la valle tra cui particolarmente diffusi risultano i granchi; molto numerosi sono anche i rettili, quali ad esempio lucertole, ramarri, bisce d’acqua e gli anfibi tra cui spiccano rane e rospi.
Nel cuore della valle, presso la sorgiva Girattimi, è situata un’area attrezzata per picnic, dotata di gazebo e di apposito spazio per la cottura delle carni alla brace. E’ un luogo ameno e tranquillo dove rilassarsi soprattutto durante le calde giornate estive, godendo del gradevole refrigerio fornito dai maestosi esemplari di platani orientali che qui trovano il loro habitat naturale.